Se trascini il tuo mouse in questo spazio bianco vedrai comparire con magia un personalissimo disegno!


Una Vergine Madre
Potenza di Grazia

 

L’uomo che ama la Madonna non perirà mai. Ma chi è questa Madonna della quale hanno parlato tanto i Santi, della quale hanno parlato tanto gli scrittori, della quale parlò molto San Giovanni?

Chi è questa Vergine Santa? È una vergine, figlia di due anime tanto semplici: Gioacchino ed Anna. Una fanciulla ebrea che tanto amava il Padre che sta nei cieli e per Lui ha donato tutta la Sua vita.

Quale sarebbe stato l’avvenire di questa fanciulla piena di Dio?

Lo sapeva il Padre. Ed ecco che, mentre questa fanciulla prega, un Angelo Le appare e Le dice: «Ti saluto o Maria piena di grazia, il Signore è con Te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del Tuo seno Gesù».

Se capitasse anche a noi mentre preghiamo che venisse un Angelo dal Cielo e ci dicesse: «Ave o Giovanni, ave o Lucia, tu diventerai il padre, tu diventerai la madre di Gesù», che cosa risponderemmo? Forse avremmo un momento di agitazione, di dubbio: «Ma sono io, sono proprio io, ma è proprio un Angelo? Mi sembra impossibile».

La Vergine Santissima, per quanto Santa, si riconosceva sempre povera nella Sua grandissima umiltà, e fu proprio per questo che il Padre La scelse per diventare Madre del Figlio Gesù.

Anche Lei ebbe un momento di trepidazione nel profondo del Suo Cuore e disse: «Come è possibile? Non conosco uomo» (Lc 1,34).

Non rispose: «È impossibile, non sono degna», perché il massimo grado di umiltà non è quello né di abbassarsi né di innalzarsi, ma è di accettarsi così come si è. Infatti disse: «Ecco la serva del Signore, sia fatto di me quello che Tu vuoi».

E continuava poi nel Suo Cuore pensando: «Io non so fare niente, ma Tu Signore puoi fare tutto. Fai di me ciò che vuoi. Io sono a Tuo servizio».

 

Quale modello di umiltà! Che Maestra grande abbiamo di fronte!

Quando nelle nostre necessità, nelle nostre difficoltà e nei nostri misteri tante volte non riusciamo a risolvere nulla, pensiamo a questa Vergine Santa che nella Sua tenera età non ebbe il coraggio di ragionare sull’invito di Dio, sulla chiamata di Dio, ma pensò: «Se Lui mi ha chiamato sa bene chi sono io. Dio sa tutto, Dio può far tutto, Dio conosce tutto. Egli è onnipotente, Egli è Onnisciente».

Ecco che questa fanciulla cresce: cresce nell’amore di Dio, con nel cuore questo profondo segreto: diventerà Madre.

Diventerà Madre di Dio perché dal Suo seno uscirà il figlio Gesù per opera dello Spirito Santo.

Ecco che il Padre La fa incontrare con il casto Giuseppe, un’anima meravigliosamente brillante per la Sua purezza, per la Sua semplicità.

Ma guardiamo, fratelli cari, come il Signore non va a cercare i potenti, non va a cercare gli eloquenti, coloro che la sanno lunga, coloro che sanno fare grandi cose. No! Gesù va a cercare i poverelli, va a cercare i più nascosti, quelli che sono giudicati, forse, i più incapaci.

Infatti Gesù ama di più i poveri, ama di più i soli, ama di più i semplici.

Non ha dato a Maria, Sua Madre, un custode potente, un principe, un re, anche se per la bellezza, per la grandezza, per la bontà e la santità la Vergine Santa poteva meritarselo. No. Le ha dato un uomo semplice, ma santo. Gesù preferisce la Santità alla grandezza umana.

Quest’Uomo accompagna la Vergine Maria e, insieme, imparano a pregare. La Vergine Santa è un modello fulgido per le famiglie.

Ecco che il casto Giuseppe viene a conoscenza che Maria deve dare alla luce un figlio. Cosa avrà provato allora nel profondo del suo cuore?

«Il figlio non è mio. Chi ho sposato io?». Ebbe anche Lui un istante di ripensamento. Ma poi illuminato dall’Arcangelo Gabriele credette ciecamente che Maria era santa, e perché santa, santo sarebbe stato Colui che da Lei doveva nascere.

Crede che Dio può fare ogni cosa, e che può operare miracoli. Quindi avrebbe potuto  operare anche il grande miracolo di far nascere un figlio da una Vergine senza il suo intervento umano.

Il silenzio accompagna questa Madre pietosa, questa Madre sofferente, perché anche Lei avrà provato dolore nel profondo del Suo Cuore nel sentirsi in quelle condizioni di fronte al Suo custode. Maria tace e tutto offre per noi.

Ma noi, come mai abbiamo tante ribellioni nelle famiglie?

A volte, tra marito e moglie ci si accusa dicendo: «Questo figlio non è mio».

Ma è figlio di Dio, è sempre un figlio di Dio.

Convinciamoci che siamo tutti fratelli, che su questa terra dobbiamo  essere  l’uno  di aiuto  all’altro, e chi invece percorre la via dell’egoismo finisce nella perdizione eterna.

O Maria, o stella del mare, o  fulgida luce, Tu che sei venuta proprio a illuminare la notte di questo mondo, ottieni a ciascuna creatura di veder brillare la Tua stella, affinché non abbia paura di smarrirsi sul suo cammino.

Maria, purezza immacolata, purtroppo non è accettata da tutte le genti come Vergine. Perché contestare sulla verginità della Madonna?

Allora potremmo contestare anche sull’ostia consacrata; si potrebbe  contestare su tutto.

Si crede o non si crede a questo Dio? Si crede o non si crede alle verità rivelate? Si crede o non si  crede che il Signore ci conduce e che tutto quello che è stato da Lui detto, dai profeti rivelato, dagli apostoli tramandato a noi, viene da una scienza eterna, da una conoscenza non umana?

La fede ci dice di accettare tutto quanto il Signore ci mette dinanzi. Maria Santissima è vergine, ed è vergine proprio perché nella Sua innocenza ha accettato di essere Madre. È una vergine segnata dal sangue del martirio, dalla sofferenza atroce di essere diventata Madre senza averlo voluto.

In Giuseppe, grande Santo, abbiamo un vero modello di fronte a noi! Ma Lo pensiamo così poco, Lo preghiamo così poco! Lui, semplice operaio, lavora e aiuta questa Madre. Ecco che il Bimbo nasce, e quindi arrivano le prime difficoltà, lo spavento di Erode, la fuga in Egitto

Ma Dio vince sempre! Dio non ha paura di nessuno! Quante volte noi mettiamo Dio alla prova dicendoGli: «Vediamo se veramente sei Tu Iddio, e se sei Tu quello che ci comandi. Non sarà possibile questo».

Ed ecco che mettiamo a morte gli innocenti. Quanti innocenti non nascono per colpa nostra!

Genitori, riflettiamo seriamente sulla gravità dell’aborto! Altro che Erode! Quanti Erodi camminano per le nostre vie! Ma Gesù vince sempre!

Ecco che la fede di Giuseppe accompagna Maria, e Maria viene preservata dal soccombere sotto la cattiveria del nemico.

Gesù intanto cresce in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini nella casetta di Nazareth, come dice il Vangelo.

L’umiltà di Gesù, la Vergine Santa, la Madre per eccellenza, l’educatrice, la più grande educatrice: quali esempi di grandi virtù!

Ogni madre, ogni maestra, ogni educatore, tutti possono avere Maria SS.ma come avvocata, come modello, come simbolo, come realtà di saggezza, di purezza, di buon senso, di prudenza, di equilibrio, di bontà, di gioia, di serenità.

Il volto della Vergine Santa è un volto sorridente, non è un volto buio, perché non ha mai peccato, non ha conosciuto nemmeno l’ombra del peccato, e così doveva essere. Gesù non poteva sicuramente nascere da una creatura che portava su di sè il peso del peccato originale come portiamo noi. Perciò quale creatura illibata ci è Madre, e Madre vergine.

Coloro che non accettano la verginità della Madonna è perché vogliono mascherare le loro colpe.

Questa Vergine, protettrice di tutte le giovani che devono custodire la loro purezza, è anche protettrice di tutti i bambini, di tutti gli innocenti. Chiamate la Madonna, e Lei vi aiuterà in tutte le vostre difficoltà, vi risolverà tutti i vostri problemi.

Lei è la Vergine Potente. Virgo Potens La invoca la Chiesa.

È una Vergine potente perché dal Suo Dio può ottenerci qualunque grazia.

Genitori, chiamate spesso la Madonna col nome di Madre durante la giornata ed anche durante le vostre notti difficili, ed Ella vi dimostrerà che ha ascoltato la vostra voce e vi verrà in soccorso con la Sua Luce e la Sua compagnia.

O Madonna Santa, sii benedetta, ora e sempre!

   

Madre Provvidenza

 

Home  /  Tutto su Maria /Preghiere  /  Madre Provvidenza / Santo Rosario Meditato  /  Scegli Maria Santissima come amica  /  Meditazioni sul SilenzioE-mail