VIA CRUCIS MEDITATA
di  MADRE PROVVIDENZA

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Gesù condannato a morte

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Come Creatore e assoluto Padrone accettò di essere giudicato come un malfattore dalle Sue creature.
Lui, l’Innocente, è scelto dal Padre per espiare i nostri peccati e riaprirci le porte del Paradiso.
Dio mio, Dio mio, quando sei buono! Perché sono stato così cattivo con Te, condannandoTi così crudelmente al supplizio della croce?
Mi riconosco un debole, anche se ci tengo ad essere un forte, un orgoglioso, un superbo.
Oggi Ti confesso che sono povero peccatore, bisognoso del Tuo sguardo di tenerezza e di perdono.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

Gesù, accettata la condanna abbraccia la croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Sale l’erta faticosa del Calvario.
Dio mio, come sono stato feroce con Te, disumano; non merito il Tuo sguardo d’Amore.
Ti prego, e poi Ti uccido sotto i colpi dell’ingiustizia.
Ogni giorno rinnovo la Tua passione e morte con una vita meschina e disonorevole.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).
 

 
Gesù cade per la prima volta sotto la croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Ha obbedito al Padre, ma la debolezza del Suo fisico, già provato per le tante incomprensioni di fratelli, non ha resistito al peso schiacciante della croce.
Cade, ma non si abbatte. Si alza faticosamente e riprende il Suo cammino.
Dio mio, quanto amo la mia volontà; come sono egoista nei miei pensieri e desideri; come sono indifferente al Tuo dolore; come sono indeciso a seguirTi da vero cristiano, a imitarTi serenamente nel mio piccolo sacrificio quotidiano.
Voglio esserTi compagno.
Ma Tu non lasciarmi solo perché i miei peccati mi schiacciano ed io sono lontano da Te unico Amore della mia vita.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 
Gesù e Maria si inginocchiano e piangono
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Il dolore di Gesù è il dolore di Maria, e il dolore di Maria è quello di Gesù.
Quando due si amano si sentono una cosa sola. Così dovremmo fare anche noi, senza litigi, discussioni, divisioni.
Gesù ha sofferto per cambiare l’odio in amore, ma l’uomo dimentica la passione di Cristo e preferisce la sua superbia: fare ciò che vuole.
Dio mio, Dio mio, quanto hai sofferto nella persona di Redentore e nella persona di Sua Madre. Quando guardo la croce, mi vergogno ed arrossisco. Più volte faccio propositi e mai li mantengo.
Vorrei gridarTi Signore: volgi a me il Tuo sguardo, perché non sono degno di Te.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
Gesù viene aiutato da un uomo di Cirene a portare la croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Noi purtroppo ci dimentichiamo di questo grande dovere.
Cristo soffre nelle membra dei Suoi fratelli, che noi volentieri dimentichiamo per il nostro egoismo e la nostra superbia.
Umiliati, o uomo, perché sei polvere e in polvere ritornerai.
Non obbligare gli altri a portare il fardello pesante dei tuoi peccati, ma volentieri abbraccia la croce che fa parte della tua debolezza umana.
Dio mio, Dio mio, quanto son povero e miserabile nei Tuoi confronti.
Tu, Uomo-Dio, me ne hai dato l’esempio e continui a darmelo ogni giorno come silenzioso prigioniero nel tabernacolo dell’altare, e come appassionato in tante carni sofferenti che con il sorriso esprimono la Tua presenza.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
Gesù grondante di sangue viene asciugato nel Suo volto
da una donna chiamata Veronica
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Ciascun uomo dovrebbe consolare quel Cuore che tanto ci ha amato fino a morire sulla croce per noi. Ma immersi negli affari del mondo ci dimentichiamo di avere un’anima. In tal modo arriveremo al giudizio senza aver guadagnato meriti per il Cielo.
Dio mio, Dio mio, quanto sono meschino.
Insegnami a pregare, ad amare e soffrire volentieri i travagli della vita, così che, distaccato dalle cose vane, possa occuparmi di Te e dell’anima mia.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
Gesù cade la seconda volta sotto la croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
È stanco ma non si arresta nel Suo cammino. Tu invece tante colte ti agiti e ti abbatti, e vorresti schiacciare la croce per essere più libero di compiere la tua volontà. Ma solo chi compie la volontà del Padre in umile obbedienza può aspettarsi la salvezza eterna.
Dio mio, Dio mio, se penso alle mie innumerevoli colpe non ho il coraggio di inginocchiarmi per parlare con Te, ma siccome so che Tu sei buono, Ti chiedo di guidarmi sul retto cammino, affinché la mia superbia non mi allontani da Te e non mi porti alla dannazione eterna.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
Gesù consolato nel Suo dolore dalle buone donne 
che incontra sulla via dolorosa
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Nel mondo vi sono delle anime elette che nel nascondimento si donano per Cristo Appassionato nell’umanità immersa nei travagli, nelle inquietudini, nelle malattie, nelle innocenti condanne.
Voi siete già beate perché le piaghe di Cristo si sono impresse nel vostro cuore, lenite il pianto con il frutto dei vostri sacrifici e con le offerte generose. Vestire gli ignudi, dar da mangiare agli affamati, curare gli ammalati, non è forse lenire la passione di Cristo?
Dio mio, Dio mio, chiamami a far parte di quella schiera, però aiutami a piangere prima i miei peccati, e poi i dolori di Cristo, perché, senza pentimento e senza conversione, la mia offerta non sarà accolta e non avrà merito.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

Gesù sfinito cade la terza volta sotto la croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
I flagelli e le percosse hanno reso Cristo un umile cencio nelle mani dei persecutori.
La Sua potenza si è eclissata in quelle ore tenebrose di agonia per far conoscere all’uomo la grandezza dell’umiltà di un Dio che si è fatto carne, e l’ha consumata fino all’ultima goccia di sangue per nostro amore.
Gesù si rialza e prosegue il Suo cammino.
 Dio mio, Dio mio, guardando il Tuo corpo sfigurato dal dolore, ma trasparente per la grazia, mi specchio nella Tua figura di Re eterno e mi vedo piccolo, povero e molto sporco. Lavami con il Tuo Sangue e rinvigoriscimi con la Tua fede perché il mio io creda che solo Tu sei il vero Dio.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).
 

Gesù è spogliato delle Sue Sacratissime vesti
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Quale atto di umiltà più grande di questo poteva compiere un Dio?
Sebbene fatto uomo, possedeva una dignità divina, per mezzo della quale avrebbe potuto farsi sulla terra, per il tempo della Sua vita, un grande regno. Ma il grande regno nacque al momento della Sua morte, quando, in preparazione di essa, istituì il Sacramento dell’Amore:«Questo è il mio Corpo, questo è il mio Sangue, fate questo in memoria di me».
Il regno di Dio è in mezzo a noi, ma è importante che questo regno avvenga dentro ciascuno di noi.
Se non c’è la presenza di Dio in un’anima, c’è la notte e l’uomo vive come una semplice macchina il cui motore funziona senza vita.
Dio mio, Dio mio, vieni e non tardare, prendi posto nell’anima mia, spogliami da tutto ciò che è peccato e che dispiace al Tuo Cuore Immacolato di Dio, di fratello, di Amico, di vita della mia vita.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

Gesù inchiodato sulla croce

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Prega per i Suoi crocifissori, perdona il ladrone pentito, accoglie la Maddalena, e dimostra quanto grande è il Suo Cuore verso coloro che L’hanno dato a morte.
Dio mio, Dio mio, non voglio essere come Giuda che si impiccò dopo averTi tradito. Preferisco essere come il ladrone e la Maddalena, che, pentiti vengono ai Tuoi piedi a lavare con le mie lacrime le Tue piaghe, e ChiederTi luce e forza per aiutarTi a portare i quotidiano peso della croce, che sono i peccati di tutti gli uomini compresi i miei.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
Gesù viene innalzato sulla croce
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Con la faccia moribonda e la lingua arsa dalla sete grida:«Dio mio, perché mi hai abbandonato?». Gesù si umilia fino a dimostrarci la debolezza umana.
 « Donna ecco Tuo Figlio, Figlio ecco Tua Madre». L’eredità della croce fu la Vergine Santissima, compagna del Suo dolore e compagna nella Sua mediazione presso il Padre per tutti i secoli eterni.
Dio mio, Dio mio, lava le mie colpe, purificami da ogni peccato, rendimi umile, generoso, puro, dolce, caritatevole e svelto nel cammino di un’ascesa bagnata dal Tuo Sangue innocente.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

 
 
Gesù, dopo morto, viene posto in braccio a Sua Madre, 
la Vergine Santissima, Regina del mondo
 
Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
Dio mio, Dio mio, come vorrei stringerTi al mio cuore, fasciare le Tue ferite e baciare le Tue carni sanguinanti, le Tue mani che hanno benedetto, i Tuoi piedi che hanno camminato, il Tuo cuore che ha tanto amato, la Tua bocca che ha convertito e perdonato, le Tue orecchie che hanno ascoltato gli insulti degli uomini, la Tua mente che mi ha ideato e fatto a Tua fisionomia. Ma in mezzo a noi ora sei presente, risorto e glorioso, con la parola di vita che è il Tuo Vangelo.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).
 

Oramai i Giudei hanno capito che Gesù era il Figlio di Dio

Ti adoriamo, o Cristo, e Ti benediciamo!
Perché con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
Alla Sua morte la terra tremò, e i morti uscirono dal sepolcro.
Dopo tre giorni apparve a Maria Maddalena perché annunciasse la Sua risurrezione.
Dio mio, Dio mio, per primo sei apparso e hai parlato ad una peccatrice pentita; parla anche a me e mostrami il Tuo volto, insegnami la Tua via e fa che mi distacchi da tutto ciò che mi allontana da Te.
Misericordia di me, Signore, misericordia.
Santa Madre de' Voi fate, che le piaghe del Signore, siano impresse nel mio cuore. (Pater, Ave, Gloria...).

 

    Meditazioni quaresimali

Meditazioni per consacrati     -     Home     -     Meditazioni per tutti